MondoQueer
rassegna stampa
clicca sul logo per tornare alla prima pagina


La Repubblica
12 dicembre 1999

Una coppia di gay dell'Essex ha avuto due gemelli
grazie a un utero in prestito ottenuto in California

Aspen e Saffron nati con due papà

I bambini saranno registrati in Usa come figli dei due uomini.
Ma i problemi sorgeranno in Gran Bretagna

LONDRA - Aspen e sua sorella Saffron hanno due papà. A farli venire alla luce in un ospedale californiano tre giorni fa è stata una donna che ha affittato il suo utero a una coppia di gay dell'Essex, Gran Bretagna, per 320 mila dollari. Così Tony Barlow, 35 anni, e Barrie Drewitt, 32, hanno coronato un sogno a cui pensavano da quattro anni.

All'anagrafe il nome della donna che li ha traghettati verso la vita non apparirà. I due gemelli saranno figli di due padri, stato civile perfettmente legale in California, in base a una decisione adottata nell'ottobre scorso da un Tribunale federale americano. I veri problemi arriveranno fra un anno, quando la coppia ha programmato di tornare in Gran Bretagna con i bambini. Infatti nel loro paese i due uomini hanno già presentato una domanda di adozione che è stata respinta.

Drewitt e Barlow hanno contattato Rosalind Bellamy, 32 anni, tramite un'agenzia specializzata. Ma l'utero della signora è davvero stato soltanto un "mezzo di trasporto": l'ovulo fecondato da uno dei due gay è di una seconda ignota donatrice, che, una volta fecondato è stato impiantato nell'utero della Bellamy.

Le critiche e le perplessità sulla vicenda non sono mancate. Specie in Gran Bretagna. Il vescovo di Southwark, il reverendo Tom Butler, parla di un esempio ulteriore di "bambini progettati". Ma la coppia non se ne preoccupa troppo. Barrie Drewitt ha dichiarato alla stampa: "Ora abbiamo una famiglia e questo per noi è abbastanza".


MondoQueer" e' una iniziativa senza scopo di lucro. Sono graditi contributi, articoli e segnalazioni.