MondoQueer
rassegna stampa
clicca sul logo per tornare alla prima pagina


La Repubblica
18 ottobre1999
"La Chiesa ci dia spazio"
I gay cattolici riuniti sabato a Milano

ROMA (m.pol.) - "Cari vescovi, occupatevi anche di noi omosessuali cristiani...". I gay cattolici escono dalle catacombe e si rivolgono ai presuli d'Italia, chiedendo che nelle varie diocesi sorgano gruppi di pastorale dedicati espressamente alle persone omosessuali. "Vogliamo dialogo, attaccare la Chiesa non ci interessa", spiega Gianni Geraci portavoce del coordinamento degli omosessuali credenti in Italia. Sabato, in un convegno a Milano, i gruppi cattolici gay insieme al movimento Noi Siamo Chiesa e all'associazione dei genitori di figli omosessuali tenteranno di trovare una comunicazione aperta con la gerarchia ecclesiastica. Sarà il secondo convegno nazionale, ma il primo in cui fra i relatori ufficiali ci sono due preti: il teologo don Giannino Piana e il sacerdote Domenico Pezzini. Un altro relatore sarà valdese. Com'è successo con i divorziati, anche i gay credenti invitano la Chiesa a misurarsi con la realtà e a creare spazi nelle parrocchie e nelle diocesi perché si possa affrontare alla luce del sole il problema dell'orientamento sessuale e del desiderio di tanti cattolici gay di poter partecipare alla vita ecclesiale. In una lettera fatta pervenire l'estate scorsa a tutti i vescovi del Paese, i gay cattolici hanno espresso tre richieste: 1) un'iniziativa della Chiesa ("chiediamo lumi sulla strada da percorrere"); 2) uno spazio dove poter confrontare le esperienze delle diverse associazioni che da Milano a Padova, da Roma a Palermo si sono costituite negli anni Novanta; 3) la creazione di gruppi nelle strutture ecclesiali, in cui si attui la "pastorale" nei confronti dei credenti gay. Gli omosessuali cattolici citano un documento emanato dal cardinale Ratzinger nel 1986, in cui si invitavano i vescovi a promuovere nelle rispettive diocesi iniziative particolari nei confronti dei credenti omosessuali.

MondoQueer" e' una iniziativa senza scopo di lucro. Sono graditi contributi, articoli e segnalazioni.